Efficacia dell’OZONO contro il COVID-19

SANIFICAZIONE

Perchè l'ozono

Grazie ai molti articoli scientifici a supporto è chiaro che l'ozono ha un potere igienizzante molto valido ed efficace, ma qual è il vero effetto sul COVID-19? Qui vedremo tutte le principali ricerche scientifiche su questa tematica.

Grazie al suo fortissimo potere ossidante, l’ozono è riconosciuto a livello mondiale come una delle soluzioni più valide per la sanificazione di oggetti e ambienti.

L’efficacia dell’utilizzo dell’ozono in generale è stata validata con il protocollo del 31/07/1996 n. 2448 dal Ministero della Salute italiano, che lo ha indicato come “difesa naturale per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe e acari e dalla FDA statunitense che lo certifica nei processi alimentari.

Tuttavia, l’uso dell’ozono comporta rischi che devono essere conosciuti ed evitati per un uso sicuro ed efficace. È infatti dimostrato che l’ozono in alte concentrazioni è dannoso per la salute umana e animale, per questo è fondamentale affidarsi ad un prodotto di qualità che garantisca tutte le precauzioni possibili per evitare rischi.

OZONEXT con i suoi prodotti offre soluzioni che possono essere utilizzate in sicurezza da chiunque, grazie ad avvertenze chiare e semplici.

INDICE

UNIVERSITY OF MILAN: Italy

La diffusione estremamente rapida della SARS-CoV-2 ha già causato oltre 1 milione di decessi segnalati per coronavirus 2019 (COVID-19). La capacità delle particelle infettive di persistere sulle superfici ambientali è potenzialmente considerata un fattore di diffusione virale. Pertanto, limitare la diffusione virale negli ambienti pubblici dovrebbe essere ottenuto con la corretta disinfezione di oggetti, tessuti e vestiti. Questo studio dimostra come due sistemi di disinfezione diffusi, la luce ultravioletta a lunghezza d’onda corta (UV-C) e l’ozono (O3), siano attivi in vitro su diversi materiali comunemente usati. Lo sviluppo di dispositivi dotati di UV-C, o generatori di ozono, può impedire che il virus si diffonda in luoghi pubblici.

Highlight

Nell’ambito sperimentale finalizzato alla valutazione dell’attività dell’ozono, si è scelto di utilizzare  Ozonext Defender 10 (Cea S.p.A., Lecco, Italia) all’interno di un sistema composto da una camera in plexiglass contenente i campioni contaminati collegati a un rilevatore di ozono, per monitorare la concentrazione di gas (parte per milione, ppm) durante tutte le sessioni sperimentali.

Università San Raffele e Politecnico di Milano

L'università San Raffaele di Milano in collaborazione con il Politecnico di Milano hanno svolto con successo prove scientifiche sull'abbattimento del covid-19 tramite il generatore d'ozono commerciale DEFENDER.

UNIVERSITY OF TEL AVIV - Israele

La sanificazione di superfici e ambienti con l’ozono è efficace anche contro il coronavirus Sars-Cov-2. Un’ulteriore dimostrazione è fornita dallo studio studio condotto dai ricercatori della Scuola di Ingegneria Meccanica dell’Università di Tel Aviv in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dei Materiali dell’Azrieli College of Engineering di Gerusalemme e la Facoltà di Medicina dell’Università Bar Ilan di Safed, in Israele. Il lavoro fornisce una prova scientifica dell’efficacia dell’ozono in diversi ambiti della disinfezione, questo ha colmato la mancanza di test specifici contro Sars-Cov-2.

Highlight

“Sono stati scelti in base alla loro abbondanza sulle superfici di uso comune – spiegano gli autori dello studio – . Il nichel e il rame, ad esempio, sono utilizzati nei dispositivi elettrici. L’ottone è un materiale molto utilizzato per decorazioni, strumenti musicali e gioielli. L’acciaio inossidabile è spesso utilizzato in elettrodomestici da cucina, stoviglie e ascensori, comprese porte e pannelli. Anche il vetro e le leghe di alluminio sono materiali di uso comune”

“Sono stati scelti in base alla loro abbondanza sulle superfici di uso comune – spiegano gli autori dello studio – . Il nichel e il rame, ad esempio, sono utilizzati nei dispositivi elettrici. L’ottone è un materiale molto utilizzato per decorazioni, strumenti musicali e gioielli. L’acciaio inossidabile è spesso utilizzato in elettrodomestici da cucina, stoviglie e ascensori, comprese porte e pannelli. Anche il vetro e le leghe di alluminio sono materiali di uso comune”

Scuola di Ingegneria Meccanica dell'Università di Tel Aviv

La scuola di meccanica dell'Università di TelAviv ha svolto test completi e positivi sull'uso dell'ozono contro il coronavirus

UNIVERSITY OF NARA - Giappone

unnamed

Il team di ricerca della Facoltà di Medicina dell’Università di Nara in Giappone, diretto dal Professor Hisakazu Yano del Dipartimento di Microbiologia e Malattie Infettive e dal direttore Kei Kasahara del centro per le malattie infettive, ha condotto un esperimento volto a verificarne le potenzialità dell’ozono per igienizzare gli ambienti e disattivare il virus Covid-19. L’esperimento, ripetuto più volte, ha avuto pieno successo dimostrando che l’ozono è in grado di disattivare e distruggere il coronavirus. Per comunicare questa buona notizia, la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Nara ha diffuso il 14 maggio 2020 un comunicato in cui illustra alcuni dettagli della sperimentazione.

Highlight

Quello condotto presso l’Università di Nara è stato il primo test mondiale sull’applicazione dell’ozono per la disattivazione del COVID-19. Lo ha reso noto il 14 maggio 2020 aprendo un mondo di nuove opportunità nella lotta al coronavirus.

Nara Medical University

La Nara Medical University con la MBT Consortium Association annuncia il primo vero risultato mondiale della ricerca su SARS-CoV-2 e ozono.

FUJITA HEALTH UNIVERSITY - Giappone

Secondo la Fujita Medical University, è stato riferito che il “gas ozono” ad alta concentrazione ha l’effetto di sopprimere l’infettività del nuovo coronavirus.
Il professor Takayuki Murata della Fujita Medical University mette in evidenza che: “Abbiamo condotto un esperimento per vedere l’effetto generando ozono gassoso a bassa concentrazione. Di conseguenza, in condizioni di umidità dell’80%, la quantità di virus infettivo è stata ridotta al 4,6% dopo 10 ore senza trattamento”.

Highlight

Sulla base dei risultati di questo esperimento, la Fujita Health University installerà generatori di ozono nelle sale d’attesa e nelle stanze degli ospedali a partire da ottobre 2020.

ISS: ISTITUTO SUPERIORE della SANITA' - Italia

ISS

Il rapporto presenta una panoramica relativa all’ambito della sanificazione di superfici e ambienti interni non sanitari per la prevenzione della diffusione dell’infezione COVID-19. Le indicazioni si basano sulle evidenze, a oggi disponibili, relativamente alla trasmissione dell’infezione da SARS-CoV-2, della sopravvivenza del virus su diverse superfici e dell’efficacia dei prodotti utilizzati per la pulizia e la disinfezione/sanitizzazione dei locali. Le indicazioni considerano anche l’impatto ambientale e i rischi per la salute umana connessi al loro utilizzo. Il documento include anche indicazioni sul trattamento del tessile da effettuarsi in loco (sia abbigliamento in prova che superfici non dure quali arredi imbottiti, tendaggi, ecc).

Highlight

 Il rapporto precisa i termini usati nell’ambito della disinfezione chiarendo la differenza tra disinfettante, sanificante, igienizzante per l’ambiente e detergente.

ISS: ISTITUTO SUPERIORE della SANITA'

Questo documento ha lo scopo di fornire le evidenze tecnico-scientifiche attualmente disponibili sull'ozono nel contesto epidemico COVID-19.

GEORGIA INSTITUTE OF TECHNOLOGY - U.S.A.

Condotto dai ricercatori del Georgia Institute of Technology utilizzando due agenti patogeni simili al nuovo coronavirus, lo studio ha scoperto che l’ozono può inattivare i virus su oggetti come camici Tyvek, visiere in policarbonato, occhiali e maschere respiratorie senza danneggiarli, purché non includere cinghie elastiche con punti metallici.

“L’ozono è uno dei modi più amichevoli e puliti per disattivare i virus e uccidere la maggior parte dei patogeni”, ha affermato M.G. Finn, presidente della Georgia Tech’s School of Chemistry and Biochemistry, che ha guidato lo studio. “Non lascia residui; è facile da generare dall’aria atmosferica ed è facile da usare dal punto di vista dell’attrezzatura. “

Highlight

“Non c’era motivo di pensare che non avrebbe funzionato, ma non siamo riusciti a trovare esempi di test effettuati su una varietà di dispositivi di protezione individuale”, ha detto Finn. “Volevamo contribuire a soddisfare le esigenze degli ospedali e di altre organizzazioni sanitarie per dimostrare che questa tecnica può funzionare contro agenti patogeni simili al coronavirus”.

GEORGIA INSTITUTE OF TECHNOLOGY

"L'ozono è uno dei modi più amichevoli e puliti per disattivare i virus e uccidere la maggior parte dei patogeni", ha affermato M.G. Finn, presidente della Georgia Tech's School of Chemistry and Biochemistry, che ha guidato lo studio.

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Altre novità

Sanificare con l’ozono

SANIFICARE Cos’è l’ozono: L’Ozono (O3) è un gas naturale altamente instabile, con una molecola composta da 3 atomi di Ossigeno. Il ciclo di vita dell’Ozono